fbpx

Anticipo fatture – cosa si può fare in 4 giorni

All’inizio eravamo un po’ frenati dai costi, ma sono ormai 6 anni che ci facciamo seguire con estrema soddisfazione.

In particolare apprezziamo la disponibilità, la professionalità e perché  no, anche la simpatia.

Ing. Giovanni Mor

Amministratore Delegato

Era il 27 del mese, con scadenze importanti al 31.
Alfa Automation, in costante crescita, si era trovata ad avere alcune difficoltà tecniche sugli anticipi fatture.

Il lavoro negli ultimi mesi si era concentrato principalmente su tre o quattro clienti (molto solidi), nei confronti dei quali erano state emesse le fatture relative alle commesse eseguite.

Se ho un fido ad esempio di € 100.000, fino a che importo lo posso utilizzare anticipando lo stesso cliente? Dipende dalle banche, ma normalmente dal 20 al 30% dell’importo del fido.

Alfa Automation aveva fidi capienti , ma sui quali non poteva presentare gli stessi nominativi. Aveva quindi un “falso” problema di liquidità: fatture abbondanti da anticipare, fidi capienti ma sostanzialmente utilizzabili solo al massimo al 30% della loro potenzialità!

Come gestire la situazione quindi in quattro giorni lavorativi? Giovanni, il titolare dell’azienda, avrebbe dovuto fermarsi per 4 giorni e fare il giro di tutte le banche che affidano l’azienda a cercare di risolvere la situazione.

Anna, la responsabile amministrativa, avrebbe dovuto fare lo stesso. In meno di tre giorni, avevamo già trovato quattro soluzioni diverse:

  1. Ottenimento di un finanziamento dell’importo richiesto (operazione eseguita in 24 ore tramite piattaforma on line… non di certo tramite banche tradizionali!);

  2. Ottenimento i dei fidi necessari ad anticipare le fatture, superato il problema della concentrazione del rischio sullo stesso cliente (anche questo, tramite soluzioni alternative alle banche);

  3. Ottenimento, da parte di uno degli istituti dell’azienda, di un fido aggiuntivo ad hoc per anticipare quelle fatture;

  4. Ottenimento da parte degli altri istituti dell’azienda di aumenti dei fidi e della possibilità, tramite una deroga continuativa, di anticipare anche al 100% del fido sullo stesso cliente.

Giovanni in quei quattro giorni, invece che concentrarsi sulle banche, ha acquisito una nuova commessa per la propria azienda.

Anna ha potuto controllare e gestire correttamente le fatturazioni di fine mese e scadenziare i pagamenti ai fornitori.

L’azienda sarebbe riuscita ad ottenere lo stesso risultato, nello stesso tempo?

condividi questo post